image

Foto: Broken Hill Blues, Milano Film Festival

La Svezia è presente anche quest’anno al Milano Film Festival con il film Broken Hill Blues di Sofia Norlin, che verrà presentato al Teatro Studio Melato martedì 9 settembre alle ore 20.30. Nel corso della serata un VJ set e Dj set live della resident Vj/Dj del Berns, uno dei locali notturni più in voga a Stoccolma, Frida Salomonsson, che si esibirà alle ore 23 nella piazza del Cannone, nel cuore del Parco Sempione.

La serata si aprirà con un’introduzione dell’evento svedese alla presenza della giovane attrice Lina Leandersson, di Frida Salomonsson e dei rappresentanti di VisitSweden e del Milano Film Festival. A seguire sarà presentato il lungometraggio Broken Hill Blues, ambientato nella città più settentrionale della Svezia, Kiruna, che deve la sua ricchezza all’estrazione del ferro dal monte Kiirunavaara, la più grande miniera sotterranea al mondo. La stessa miniera che ha dato vita alla città la sta facendo sprofondare e nei prossimi anni l’intera città dovrà essere spostata a pochi chilometri di distanza. È l’atmosfera in cui si muovono i protagonisti di Broken hill blues: quattro adolescenti di poche parole alle prese con ansie e sogni della loro età. 

“Volevo parlare di quell’età, ma anche del mondo che stiamo lasciando ai nostri figli, degli squilibri che abbiamo creato e del posto che il sogno e la felicità possono ancora trovare in un mondo così” dice Sofia Norlin.

Il film è stato premiato per la Migliore Fotografia ai Guldbagge Awards 2014, l’”Oscar” svedese. “Nella mia équipe eravamo in gran parte originari del nord, e per noi era importante fare un film bello su quella regione”, dice la regista, in “una natura millenaria e selvaggia a contatto diretto con enormi industrie” continua la Norlin.

La regione della Lapponia svedese offre scenari spettacolari soprattutto attraverso i grandi contrasti di luce tra il periodo estivo e il periodo invernale, con fenomeni come il sole di mezzanotte e l’aurora boreale.

image

Foto: imagebank.sweden.se, Lola Akinmade

Uno dei miglior posti in assoluto al mondo per ammirare l’aurora boreale, Abisko, si trova dietro l’angolo da Kiruna, essendo un luogo praticamente privo di inquinamento atmosferico e luminoso. D’estate il sole non tramonta mai, è più facile quindi vivere la natura incontaminata ad esempio facendo escursioni lungo i percorsi antichi dei sami, l’ultimo popolo indigeno d’Europa, e le loro renne. L’Icehotel, il primo e il più grande hotel di ghiaccio al mondo, è situato a soli 15 minuti da Kiruna. Un’altra visita indimenticabile in questi luoghi è il tour nella grande miniera di ferro di cui si parla nel film.

Per arrivare a Kiruna si vola via Stoccolma, la meravigliosa capitale svedese, ed è qui che vive e lavora Frida Salomonsson, che si esibirà in Piazza del Cannone dopo la proiezione del film. La Salomonsson è un’artista visiva che spazia nel campo del video, live visual e fotografia.  Come resident al Berns ha accompagnato star della musica house e techno del calibro di Adam Beyer, Carl Cox, Joel Mull, Octave One e DJ Rolando.

Stoccolma è un trampolino di lancio per i musicisti svedesi e la sua fama di hub creativo attrae non solo musicisti ma anche talenti di altre discipline. Da questi incontri emergono nuove idee e collaborazioni. Un caso famoso è il prodotto Spotify, media partner al Milano Film Festival 2014,  inventato proprio nella capitale svedese.

image

Foto: Frida Vega Salomonsson

Sulla scena musicale di Stoccolma Frida Salomonsson dice:

Stoccolma ha una scena musicale molto viva ed è la base di molti dei produttori di house e techno più grandi al mondo. Le feste migliori non sono quelle pubblicizzate dai club famosi, ma quelle underground organizzate senza scopo di lucro dagli appassionati del genere, spesso nelle periferie.”

La Vj si lascia ispirare:

“ …dal crogiolo dei piccoli frammenti delle esperienze della vita di tutti i giorni, ma soprattutto dalla capacità di Stoccolma di bilanciare continuamente natura e città e il contrasto tra cemento e arcipelago ”, come dice lei stessa.

La capitale svedese, costruita su 14 isole, è un mix perfetto tra verde, acqua e terreno edificato. In pochi minuti ci si sposta dai quartieri frenetici di shopping e night life del centro ai boschi dell’isola di Djurgården con il suo parco naturale urbano. 

 

Segnatevi questa data: 9 settembre!
Insieme al Milano Film Festival presentiamo una serata tutta svedese con la proiezione del film Broken Hill Blues di Sofia Norlin, ambientato a Kiruna - in Lapponia svedese - alle ore 20:30 al Teatro Studio Melato. A seguire balleremo con la VJ/Dj Frida Salomonsson di Stoccolma, in Parco Sempione. 

Ecco il trailer del film:

 

Broken Hill Blues - English Trailer from Petrus Sjövik on Vimeo.

e un video dell’arte di Frida:

the changing of something, into something else. from frida vega salomonsson on Vimeo.

.

image

Foto: Millesgården, Tuukka Ervasti/imagebank.sweden.se

Le mostre proposte quest’autunno dai musei di Stoccolma offrono importanti esperienze legate alle più significative figure del mondo dell’arte, della moda, del design e della fotografia; spiccano in particolare alcuni pionieri scandinavi con un programma di artigianato, arte femminile e collettive di artisti.

Waldemarsudde

14/9 – 26/1 2014 Skagen –una colonia di artisti scandinavi

Questa grande mostra presenterà l’importante colonia di artisti attiva a Skagen, in Danimarca, dal 1870 al 1910 . La mostra approfondisce la scelta dei motivi ricorrenti, il significato di luce e luoghi, e l’importanza della rete sociale dei pittori di Skagen. Artisti provenienti da tutta la Scandinavia sono confluiti sul luogo.

19/10 - 2/3 2014 Carl Malmsten: designer ed educatore

Ergonomia combinata a forma e funzione erano i concetti chiave del grande artista svedese dei mobili Carl Malmsten ( 1888-1972 ). La sua eredità e il suo spirito continuano a vivere al Malmsten store di via Strandvägen. L’artigianato è il punto di partenza di questa mostra.

Liljevalchs

12/10 – 5/1 2014 Lena Cronqvist

Liljewalchs presenta uno degli artisti contemporanei più importanti della Svezia, con opere a partire dal 1998 fino ai nostri giorni. Lena Cronqvist mostra il suo mondo onesto e molto particolare, popolato da personaggi comuni in tutta la loro forza, debolezza, arroganza e insicurezza.

Accademia di Belle Arti (Museo Nazionale)

Fino al 3 novembre Carl Larsson - Amici e nemici

Carl Larsson è uno degli artisti più noti e amati della Svezia, famoso per le immagini da lui proposte della sua famiglia e della sua casa. La mostra riflette il mondo dell’arte svedese degli anni 1870-1920 attraverso la figura di Carl Larsson e la sua rete di relazioni. Fredsgatan 12

Hallwylska museet

13 /9 – 17/11  50 anni di arte dell’argento – Passato, presente e futuro

Passato, presente e futuro costituiscono il tema della mostra anniversario Contemporary Swedish Silver - argento svedese contemporaneo presso il Museo Hallwyl quest’autunno. Il compito

assegnato ai singoli membri della collettiva era quello di reinterpretare il proprio materiale.

Fotografiska - Il museo della Fotografia

Fino al 1/12 This must be the place” del sudafricano Pieter Hugo. Si tratta della prima grande presentazione di questo talentuoso giovane artista e contiene oltre un centinaio di fotografie spesso drammatiche dei suoi viaggi attraverso il continente africano.

5/10 - 8/12 You and Me

Il fotografo lettone Inta Ruka viene considerato uno dei nostri più importanti fotografi ritrattisti contemporanei. Per oltre 30 anni ha ritratto i suoi connazionali e nell’ambito della mostra You and Me ad essere esposte sono più di 50 di queste opere, insieme a un nuovo documentario della sua intima amica Maud Nycander .

4/10 - 12/1 2014 Secrets  - Segreti

Da quando Paolo Roversi si trasferì a Parigi nel 1973 , è stato uno dei più influenti e più richiesti fotografi di moda del mondo. Con il suo poetico linguaggio visivo, fatto di monocromi e bellissime scale di colore, le sue immagini ricordano più i quadri di pittura classica che la fotografia di moda contemporanea.

Stadsgårdshamnen 22  http://en.fotografiska.eu/The-Museum/Upcoming-Exhibitions

Bergrummet - le grotte di Skeppsholmen 

7 /9 - 23 /2 2014 African Masterpieces - Capolavori africani

Dopo il successo delle popolari mostre L’Oro degli Inca e l’Esercito di terracotta, il prossimo appuntamento nelle Grotte di Skeppsholmen sarà African Masterpieces  - Capolavori africani. Con oltre 100 sculture dal XII al XVI secolo, i Musei nazionali svedesi di culture del mondo racconteranno la storia della civiltà Ife in Nigeria, una delle società più avanzate del mondo per il suo tempo. Nelle caverne i Musei nazionali presentano mostre in un modo nuovo e unico nel suo genere, in cui  al centro della scena sono non solo gli oggetti ma anche l’ambiente in cui sono nati e vissuti. Svensksundsvägen 5

Moderna Museet

19/10 - 19/1  2014  Untitled Horrors – Orrori senza titolo Cindy Sherman è tra gli artisti più significativi dei nostri giorni. Dal momento del suo successo con Untitled Film Stills nei primi anni Ottanta del secolo scorso, ha continuato ad esplorare in ogni direzione l’arte contemporanea e il rapporto con il mezzo espressivo fotografico in quanto tale.  Skeppsholmen  

Millesgården – la casa dello scultore Carl Milles

5/10 - 2/2 2014 Coraggio e modernità. Audaci artiste del XX secolo.

Questa mostra è dedicata ad alcune figure femminili dell’avanguardia che hanno cercato nuove strade per l’espressione artistica, correndo spesso rischi maggiori rispetto ai loro colleghi maschi col mettere in discussione i concetti artistici tradizionali. La mostra comprende opere di oltre 30 artiste dal 1900 al 1945 . Herserudsvägen 32, Lidingö

image

Umeå, Capitale Europea della Cultura 2014, invita tutti i creativi al concorso internazionale Artists Caught by [Umeå], uno dei concorsi artistici europei più all’avanguardia dell’anno

 

Umeå, la città sulla costa settentrionale della Svezia, anche chiamata la “Porta della Lapponia” è stata designata per il 2014 Capitale Europea della Cultura, sotto gli auspici della principessa ereditaria Victoria e il principe Daniel. In questa prospettiva l’amata città universitaria invita i creativi di tutto il mondo a partecipare a un concorso i cui risultati contribuiranno alla stesura del programma di Capitale della Cultura Umeå 2014. Il concorso Artists Caught by [Umeå] durerà fino alla fine di giugno 2013, ed è uno dei più grandi concorsi d’arte non commerciali in Europa nelle categorie di fotografia, filmati e design.

 

Artists Caught by [Umeå] incoraggia l’espressività della cultura progressista tramite interpretazioni della cultura di Umeå e della Svezia settentrionale. Umeå, circa 600 km a nord di Stoccolma e 400 km a sud del Circolo Polare Artico, è la principale città della Svezia settentrionale e una delle città a più rapida espansione in Europa. I contributi creativi del concorso dovranno trarre ispirazione dalle caratteristiche del Nord della Svezia e dalle otto stagioni della cultura sami e verranno giudicati attraverso questi criteri “cultura progressista”, “co-creatività” e “passione”. Tutte le migliori opere faranno parte di una mostra virtuale sul sito Caught By Umeå e saranno poi esposte durante il tour Caught by [Umeå] che farà tappa in otto città europee nell’autunno 2013. I contributi avranno un ruolo chiave nel programma di Umeå2014.

 

Una giuria di esperti in tutti i Paesi coinvolti, insieme ad una giuria di svedesi e sami, sceglierà le opere che parteciperanno alle semifinali nazionali. La successiva selezione dei semifinalisti per incoronare un vincitore in ogni categoria per Paese avverrà tramite una votazione pubblica. Il finale avrà luogo a Umeå in gennaio 2014. Categorie in gara: fotografia, filmati e design. La giuria italiana è costituita dalle seguenti personalità:

per la categoria design: Gilda Bojardi, direttore responsabile delle riviste INTERNI e di GCASA e fondatore dell’evento FuoriSalone a Milano

per la categoria foto: Francesca Moscheni,  fotografa di lifestyle, food e interiors; ha di recente vinto il primo premio al FoodPhoto Festival di Tarragona per il miglior reportage food dell’anno

per la categoria filmati: Alessandro Uccelli, storico dell’arte ecritico cinematografico che collabora con Milano Film Festival nella selezione dei film. 

Umeå presenterà le specificità del nord della Svezia e mostrerà anche ciò che ha in comune con altre regioni d’Europa. Il programma di Capitale della Cultura 2014 è imperniato sulle otto stagioni della cultura sami: inizio della primavera, primavera, inizio dell’estate, estate, tarda estate, autunno, tardo autunno e inverno. I sami, l’unico popolo indigeno d’Europa, e la loro cultura, sono elementi centrali della vita culturale e delle tradizioni della regione, per cui svolgeranno un ruolo importante nel corso dell’anno Capitale della Cultura e nell’ambito del concorso Artists Caught by [Umeå]. Anche la natura ha sempre servito come potente fonte di ispirazione: aurora boreale, sole di mezzanotte e gli incantevoli contrasti paesaggistici hanno un impatto significativo su visione e stile di vita dei sami. 

 

Semifinali 2013

Copenaghen: 5 settembre   Varsavia: 12-13 settembre   Londra: 19-20 settembre 

Amsterdam: 26-28 settembre   Parigi: 3-5 ottobre   Milano: 10-11 ottobre

Barcellona: 17-18 ottobre   Amburgo: 24-26 ottobre

 

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti i maggiorenni.

 

Qui si può seguire il concorso, iscriversi e trovare ispirazione:    www.caughtbyumea.com 

Caught by Umeå su Facebook
Umeå2014 und Caught by [Umeå] su Twitter: #caughtbyumea
Caught by [Umeå] su
Instagram: #caughtbyumea
Caught by [Umeå] su
Pinterest

Info in italiano: http://www.visitsweden.com/svezia/Local-pages/German/Concorso-Caught-by-Umea/

Foto Svezia settentrionale: http://imagebank.sweden.se/search/northern+sweden  (senza bisogno di password)

 

 

Info sul Tour

Umeå e Svezia settentrionale  prenderanno letteralmente vita in ogni città in cui farà tappa il tour: verrà creato una struttura in una location centrale che avrà la funzione di fornire ispirazione e informazione,  grazie anche all’organizzazione di una mostra d’arte dei semifinalisti del concorso Artists Caught by [Umeå]. Lo scopo è quello di stimolare interesse e curiosità nei confronti di Umeå Capitale della Cultura 2014, e della Svezia Settentrionale. Il Progetto si basa sull’interazione tra Umeå, le città e i Paesi europei interessati dal tour.

 

Ecco il contributo che ha vinto il terzo premio per l’attività svolta durante il focus sull’animazione svedese al Milano Film Festival.

http://www.visitsweden.com/mff


Motivazione della giuria:
L’apertura è una qualità a cui gli svedesi tengono molto e sulla quale si sforzano di basare la loro società e le loro espressioni artistiche. Questa frase ci è sembrata chiara ed efficace.

Ecco il contributo che ha vinto il secondo premio all’attività svolta durante il focus sull’animazione svedese al Milano Film Festival.
http://www.visitsweden.com/mff 


Motivazione della giuria:
Credevamo fosse una cartolina destinata ad essere buttata via, strappata e piegata com’era. L’abbiamo aperta quasi per caso e il suo messaggio ci ha fatto sorridere e pensare. Premiamo la creatività e il rispetto dell’ambiente di Paola e Ugo, perfettamente in linea con la frase da interpretare.

Ecco il contributo vincitore dell’attività svolta durante il focus sull’animazione svedese al Milano Film Festival.
http://www.visitsweden.com/mff


Motivazione della giuria:
Questo disegno è entrato direttamente tra i preferiti dei membri della giuria e ha trovato quindi un unanime consenso. In pochi tratti, stilisticamente godibili, l’immagine di Laura illustra l’essenza delle città svedesi che fondono armonicamente l’urbanizzazione con la natura selvaggia del luogo. Da questo binomio nasce molta dell’ispirazione dei creativi svedesi.

Grazie a tutti voi che avete partecipato alla serata dedicata al cinema di animazione svedese domenica! Abbiamo ricevuto 117 contributi creativi tra i quali selezioneremo 3 vincitori che andranno allo Stockholm Film Festival!

http://www.visitsweden.com/mff

Filippa Lagerbäck alla serata dedicata al cinema di animazione svedese domenica al Teatro Studio di Milano. Grazie @filippala per essere passata!

Questa domenica alle 20:30 al Teatro Studio di Milano. Venite, interpretate l’animo svedese tra creatitivà, apertura e natura e vincete un weekend allo Stockholm Film Festival!

Tord och Tord Trailer from Niki Lindroth von Bahr on Vimeo.