Foto: vassoio di Monica Förster, ICEHOTEL 

Sono passati esattamente vent’anni dalla prima produzione dei caratteristici bicchieri di ghiaccio originali dell’ICEHOTEL, fatti della stessa acqua ghiacciata del fiume Torneälv. Per festeggiare l’anniversario, il famoso albergo di Jukkasjärvi ha chiamato una delle designer svedesi più prestigiose, Monica Förster. Il risultato è questo splendido vassoio a edizione limitata, ispirato dalla regione artica svedese. Il vassoio è fatto a mano da sapienti artigiani di Jukkasjärvi che usano le betulle di Jukkasjärvi, quindi possiamo definirlo un prodotto a chilometro zero.

I bicchieri dell’ICEHOTEL sono stati uno dei primi esperimenti di design fuori dal regno dell’hotel e si ispirano ai parallelepipedi di ghiaccio che vengono tirati fuori dalle acque trasparenti del fiume Torneälv per costruire l’albergo. Il vassoio della Förster è pensato come accessorio per i particolari bicchieri e con l’ambizione di creare un oggetto di design per l’uso quotidiano con un chiaro legame all’icona di ghiaccio svedese.

Gli artigiani hanno usato gli stessi scalpelli che si usano per scolpire il ghiaccio, dando al vassoio una superficie che sembra riflettere la variabilità  della struttura del ghiaccio.  

Monica Förster è nata nel Nord della Svezia e ha lavorato a progetti per Alessi, Cappellini, Poltrona Frau e le svedesi Offecct e Swedese. Il suo design è caratterizzato dalla scelta inaspettata di materiali e tecniche innovative che riesce ad mettere insieme in modo sensuale.

Il vassoio è in vendita solo attraverso l’ICEHOTEL e presente in diverse sfumature.

 


Foto: Christian Strömqvist, “Frozty Flower”, Artisti: Natsuki Saito & Shingo Saito

Il primo e più grande albergo di ghiaccio al mondo, L’ICEHOTEL di Jukkasjärvi nella Lapponia svedese, quest’anno misura 5.500 m2 e offre 65 camere tra art suites, ice rooms, snow rooms e northern light suites. La novità è una suite delux costruita in collaborazione con la casa automobilistica MINI Cooper and Designworks USA, grande 49 m2 con sauna e area di relax riscaldata! Un’altra novità è il balcone sul tetto per guardare l’aurora boreale e un cinema. E come ogni anno tornano l’Icebar e la chiesa, anche quella costruita di neve e ghiaccio, dove molte coppie ogni inverno si sposano o battezzano i propri figli.

Il periodo di costruzione dell’ICEHOTEL è tra ottobre e dicembre.  Ci vogliono circa otto settimane per completare la costruzione (e sei settimane di lavoro prima e dopo questo periodo). Vengono impiegate 1000 tonnellate di ghiaccio e circa 30000 m3 di “snice” (neve e ghiaccio: particelle di ghiaccio mischiato con aria) e l’impegno di 40 artisti da tutto il mondo.

Come si arriva: l’Icehotel si trova nel paesino di Jukkasjärvi sul fiume Torne a 15 minuti da Kiruna,  raggiungibile in 1 ora e mezza in aereo con la SAS da Stoccolma oppure da Copenaghen il giovedì e la domenica, o, da quest’anno, anche con la compagnia low cost Norwegian da Stoccolma.

Soggiorni organizzati da tour operator italiani:

Giver Viaggi, Velatour, Il Diamante, Overland viaggi

Info: http://www.icehotel.com/about-icehotel/press-media/

FOTO:

Foto dell’ICEHOTEL di quest’anno: https://dl.dropboxusercontent.com/u/42662217/ICEHOTEL-no24-Art-Suites-Photo_Christian_Stromqvist.zip

Altre fotohttp://images.icehotel.com
Username:media
Password: 1203_editorial

Non dimenticare di inserire i nomi sia dei fotografi sia degli artisti